COVID-19 - Social media per promuovere il food delivery: le migliori strategie

30 dic 2020 Tags: Tecniche di gestione, Tags: Covid-19

Prima del Coronavirus nel tuo locale era possibile assaporare un’esperienza unica data dal connubio perfetto tra proposte culinarie curate e servizio impeccabile.

In questi mesi a causa della crisi sanitaria hai messo a punto un servizio di food delivery ineccepibile e hai creato un menù che ben si adatta alle esigenze di questo tipo di vendita.

Se nel periodo pre-Covid potevi attrarre le persone grazie all’insegna o alla vetrina del locale, oggi la tua presenza deve focalizzarsi principalmente online.

Questo sia per promuovere il food delivery sia per creare un nuovo tipo di esperienza per i tuoi clienti completamente diversa, ma non per questo meno importante.

Il momento dell’ordinazione, tra menù digitali e software per il food delivery, deve essere facile e veloce, i piatti devono essere curati e adeguati al trasporto e il packaging adatto a rendere la consegna a casa indimenticabile.

In un periodo caratterizzato dal distanziamento sociale come quello che stiamo vivendo, quindi, la vendita in delivery e take-away svolge un ruolo importante e prevede un’esperienza per il cliente per lo più virtuale e lontana dal locale. 

I tuoi potenziali avventori, infatti, non solo escono meno, ma sono portati ad effettuare ricerche online o lasciarsi tentare dalle diverse proposte disponibili sui social network.

Come fare quindi per essere presenti online e raggiungere il maggior numero di persone in target per promuovere il servizio di food delivery?

Facebook, Instagram e Co. rappresentano un’ottima vetrina per invogliare la tua clientela ad ordinare d’asporto o a domicilio con costi contenuti. 

Le strade che puoi intraprendere per pubblicizzare il tuo locale sui diversi social network e far conoscere il servizio di food delivery sono principalmente due: 

  • Proporre contenuti di qualità che siano utili e accattivanti
  • Investire in inserzioni sponsorizzate e in influencer marketing

Dopo aver parlato di come la ristorazione può affrontare il lockdown e di varie strategie per mantenere attiva la tua attività, in questo articolo ti proponiamo 5 linee guida che ti aiuteranno, attraverso la condivisione di contenuti testuali, immagini e brevi video, a promuovere l’asporto e le consegne a domicilio creando empatia e fidelizzazione con i clienti.

  1. Sii presente sui social network
  2. Resta in contatto con i tuoi clienti
  3. Usa gli sticker di Instagram
  4. Valuta gli annunci sponsorizzati
  5. Collabora con i food influencer
  6. Fattore bonus

guida-social-media-per-chef-e-imprenditori

1. Sii presente sui social network

Sembrerà banale, ma per prima cosa devi creare la pagina del tuo locale su Facebook, Instagram o entrambi i social per poter promuovere il tuo ristorante. 

Utilizza queste piattaforme per parlare dei tuoi piatti, delle iniziative che stai portando avanti e per sfruttare il potere delle recensioni positive.

Le foto delle pietanze, in particolare, dovranno essere belle da vedere e luminose in modo da invogliare le persone ad ordinare dal tuo locale invece che dalla concorrenza.

L’utilizzo di immagini di qualità aumenta notevolmente il coinvolgimento degli utenti perché catturano maggiormente la loro attenzione durante lo scorrimento del feed sul cellulare.

Ora che hai l’immagine perfetta, quando dovrebbe essere pubblicata? Anche per i social media il tempismo è tutto. 

Ad esempio, potrebbe essere una buona idea postare la foto di una pietanza invitante poco prima di pranzo o di cena, gli utenti possono così essere più ricettivi e propensi ad ordinarla. 

Inoltre, dovresti incoraggiare i tuoi clienti a postare le foto scattate con le box del tuo delivery taggando la pagina del tuo locale. 

I contenuti generati dagli utenti sono un ottimo modo per sviluppare relazioni personali e coinvolgere altre persone.

Ripubblicare i post dei clienti, inoltre, è un ottimo modo per ottenere una promozione gratuita e sincera e far conoscere il tuo locale online.

Questa forma di pubblicità viene percepita dalle persone come autentica, per questo gli utenti tendono a fidarsi maggiormente di questo tipo di contenuti rispetto a quelli sponsorizzati.

Infine, ricordati sempre che aprire un account non basta, dovrai gestirlo con regolarità, avere una strategia e monitorare i risultati per capire cosa funziona e cosa no.

2. Resta in contatto con i tuoi clienti

Facebook ed Instagram rappresentano un’opportunità per mantenere i contatti con la tua clientela attraverso post, messaggi e dirette.

La cosa fondamentale da comunicare in questo momento, oltre ad informare gli utenti che offri il servizio di food delivery, è come possono contattarti per effettuare l’ordine.

Fornisci quindi in modo chiaro e facilmente individuabile le tue informazioni di contatto e ricordati di includere i dettagli relativi alle tempistiche con cui accetti le ordinazioni. 

Inoltre, resta sempre importante mostrare ciò che il tuo personale sta facendo per mantenere un ambiente pulito e sicuro.

Condividi quindi le misure che stai adottando per la sicurezza nel pieno rispetto delle normative per il food delivery.

Un buon modo per restare in contatto con i tuoi clienti, anche se non puoi essere presente di persona, è quello di rispondere alle loro domande attraverso Messenger o i messaggi di Instagram.

Potresti anche valutare l'idea di configurare risposte automatiche alle domande più frequenti, ad esempio quelle riguardanti gli orari di lavoro e le modalità di ordinazione.

Ad esempio puoi impostare risposte automatiche del tipo:

  • “Ciao, siamo pronti a ricevere il tuo ordine! Chiamaci o inviaci un messaggio qui.”
  • “Ciao, grazie per il tuo messaggio. Il nostro ristorante è chiuso, ma accettiamo comunque ordini online! Inviaci un messaggio oppure dai un'occhiata al nostro sito web.”

Se avevi in programma eventi nel tuo locale che sei costretto a posticipare o annullare, prova a sostituirli con una diretta su Facebook o Instagram. 

La funzione Live ti consente di trasmettere in tempo reale i video usando semplicemente la fotocamera di un computer o di un dispositivo mobile. 

Puoi considerarla anche un'opportunità per mostrare ai clienti il dietro le quinte e creare così interesse ed empatia.

Live sui social media

3. Usa gli sticker di Instagram

Durante la pandemia anche Instagram ha deciso di mettere in atto delle iniziative per supportare le piccole e medie aziende, soprattutto quelle del settore della ristorazione e dell‘ospitalità che sono state duramente colpite dalla crisi sanitaria.

Dopo l’introduzione di adesivi per promuovere la lotta al Covid-19 come quelli: “Io resto a casa”, “Eroi in corsia” e “Grazie”, sono stati rilasciati dalla piattaforma nuovi sticker con l’obiettivo di incentivare gli utenti a condividere sulle proprie storie le foto o i video dei pasti ordinati tramite consegna a domicilio o da asporto. 

Per questo tipo di contenuti sono nati sticker come: “Mangio a km 0”, che consente di vedere tutte le storie realizzate dagli utenti che hanno usato lo stesso adesivo per dimostrare il proprio supporto ai ristoranti locali.

Per incentivare l’uso del servizio di food delivery Instagram offre ora la possibilità di ordinare cibo direttamente dalla piattaforma.

Come si può leggere sulle indicazioni fornite dal social network, un ristorante può ricevere ordini tramite Instagram sia attraverso il pulsante “Ordina cibo”, presente sul proprio profilo, sia tramite l’adesivo “Ordini di cibo” che si trova sulle storie.

Per l’acquisto finale poi, il cliente verrà indirizzato al sito o alla piattaforma per il food delivery esterni, come ad esempio Deliveroo, che si occuperanno dei pagamenti e delle consegne.

4. Valuta gli annunci sponsorizzati

Hai mai pensato di investire in contenuti sponsorizzati su Facebook e Instagram per incentivare il food delivery

Con pochi euro al giorno, un buon post e soprattutto un’attenta targetizzazione geografica potresti ottenere un buon ritorno economico.

Sia Facebook sia Instagram offrono la possibilità di creare annunci su misura che vanno dalla presentazione automatica delle voci di menù alle inserzioni che consentono di effettuare ordini direttamente online.

Le reti pubblicitarie dei social network vantano un enorme potenziale per aumentare le vendite del food delivery per i ristoranti, pub o pizzerie.

Ricordati di inserire sempre nei post sponsorizzati un invito all’azione (CTA) in grado di stimolare chi lo vede ad agire.

Solitamente gli utenti che leggono un titolo fanno lo stesso anche con la relativa CTA. 

Ecco perché è così importante essere certi che l’invito all’azione del tuo annuncio sia specifico, efficace e collegato all’obiettivo della tua promozione. 

Vediamo un esempio pratico: nel nostro caso l’intento è pubblicizzare il food delivery. Un possibile invito all’azione del tuo annuncio potrebbe essere: “Ordina adesso il tuo menù di Natale!”.

Una CTA semplice, chiara e, perché no, creativa aumenta le possibilità che i clienti agiscano, rispetto al più scontato: “Clicca qui”.

Un sistema un po’ diverso dalle inserzioni sponsorizzate, ma che potrebbe rivelarsi ugualmente utile, è quello offerto da Chuzeat, che ha introdotto una nuova funzionalità per rispondere proprio all’esigenza dell’asporto e del delivery.

Grazie ad un semplice link il menù digitale può essere facilmente condiviso sui social media e sulle piattaforme di messaggistica, permettendo ai tuoi clienti di ordinare un pasto a domicilio.

Foto da pubblicare sui social media

5. Collabora con i food influencer

Secondo il rapporto “GlobalWebIndex e Influencer”, il 96% dei ristoratori/utenti dei social media che seguono food influencer creano partnership di promozione della propria attività a livelli nettamente superiori rispetto a prima dell'inizio della pandemia.

Collaborare con professionisti che andranno a creare contenuti accattivanti e di qualità, incentrati sul servizio di food delivery del tuo locale, ti aiuterà ad avere una visibilità maggiore nonché immagini di qualità che potrai ripubblicare sui tuoi canali.  

Nell’era dei social gli utenti si affidano ai pareri degli influencer per scoprire nuovi servizi, locali o assaggiare piatti diversi.

Fattore bonus

Abbiamo visto 5 possibili modi per promuovere il food delivery sui canali social, ma ricorda che ogni piattaforma ha le sue peculiarità, il proprio tipo di utenti e un modo specifico di dialogare con le persone.

Ogni post, quindi, dovrebbe essere pensato per rispondere alle esigenze del pubblico che utilizza quel dato canale. 

Anche il linguaggio dovrà adattarsi alla piattaforma e alle persone che vi interagiscono per essere sicuri di raggiungere l’obiettivo desiderato.

Facebook, Instagram o il sito aziendale rappresentano un’opportunità per promuovere il tuo locale e comunicare con i tuoi clienti acquisiti o potenziali tali che siano.

L’importante è adeguare il messaggio alla piattaforma nella quale viene pubblicato.

guida-social-media-per-chef-e-imprenditori

Topics: Tecniche di gestione, Covid-19

Archivio News

Baldi Carni    Baldi Food-Service    Baldi Mare    Baldi Bottega

BALDI srl via della Barchetta, 8 bis/ ter · 60035 Jesi (An) · Italia · tel 0731 60.142 · fax 0731 60.069
C.F. | P.I. e Reg. Imp. AN 02158380424 · Cap. Soc. i.v. € 2.060.742,00