COVID-19 - Influencer marketing per la ristorazione: perché è davvero efficace?

12 feb 2021 Tags: Tecniche di gestione, Tags: Covid-19

L’emergenza sanitaria ha modificato drasticamente il modo in cui potevi rapportarti con i tuoi clienti e potenziali tali. 

In questo nuovo scenario, la tecnologia gioca un ruolo fondamentale in quanto può offrirti strumenti di comunicazione utili ad aggirare il problema del distanziamento sociale e sostituire, almeno in parte, la presenza fisica.

Tra le varie possibilità offerte dal web per farti conoscere e promuovere il tuo ristorante, l’influencer marketing rappresenta sicuramente un trend in forte crescita. 

Potrebbe sembrarti un nuovo modo di fare comunicazione, ma in realtà non lo è. Già da tempo diversi brand, del settore food e non, vi ricorrono per i suoi caratteri distintivi:


  • Velocità di diffusione
  • Alto ritorno in termini di visibilità 
  • Costi abbastanza contenuti

 Se ci pensi bene, il mondo della ristorazione si sta muovendo da un po’ in questa direzione diventando sempre più social. 

Per scegliere il locale in cui pranzare o ordinare il delivery, infatti, le persone tendono ad affidarsi al parere di influencer o di precedenti clienti che hanno lasciato la loro opinione online.

Per l’esattezza a farsi ispirare dai contenuti trovati sui social è un italiano su tre. A rivelarlo è il report “International Gastronomy Survey 2020” condotto dalla piattaforma globale per la prenotazione dei ristoranti "OpenTable". 

In particolare, l’85% degli intervistati trova spunti su Facebook e il 67% su Instagram. Dati alla mano, quindi, i social media e le collaborazioni con i food influencer rappresentano un’opportunità per attrarre nuovi potenziali clienti e differenziarti dalla concorrenza.

Tra l’altro con il Covid-19 e i diversi lockdown è cresciuto in maniera significativa l'engagement delle star di Facebook e Instagram che si occupano di cibo ed è nato un nuovo trend della ristorazione: quello di promuovere i piatti su TikTok.

Probabilmente grazie anche al maggior interesse degli utenti e alla loro necessità di cimentarsi in cucina o ordinare un delivery.

Ma in che modo l’influencer marketing può inserirsi nella comunicazione del tuo ristorante e quali vantaggi può offriti? Proviamo a saperne di più.




guida-social-media-per-chef-e-imprenditori

Cos'è l’influencer marketing e chi sono i food influencer?

Sempre più ristoranti decidono di collaborare con influencer, più o meno seguiti, per far crescere la loro notorietà attraverso l’utilizzo dei social media.

Ma chi sono i food influencer e cosa fanno? Sicuramente questo è uno dei mestieri più moderni e chiacchierati del momento.

In bilico tra blogging, giornalismo e marketing, queste figure professionali non sono che utenti che hanno un folto seguito sui social e riescono a indirizzare i gusti del pubblico con le loro opinioni in quanto ritenuti credibili e autorevoli nel loro settore.

Sono personalità affidabili, con una community solida e costruita nel tempo che possono rivelarsi dei veri e propri ambasciatori per ristoratori e brand di prodotti alimentari.

Nel caso della ristorazione l’influencer può promuovere il locale, il menù e il food delivery attraverso contenuti creati appositamente per i diversi canali social assicurandosi di trasmettere alla sua community un senso di sicurezza e fedeltà verso il tuo ristorante.

Per ottenere questo risultato e convertire i like in prenotazioni, però, è indispensabile che gli influencer con cui andrai a collaborare conoscano bene i tuoi piatti e la tua filosofia. 

Di solito questi professionisti, pur tenendo conto delle indicazioni fornite dal titolare del locale, creano i propri contenuti in maniera indipendente, così da poter essere più autentici nei confronti del loro seguito.

Il compenso varia in base al numero di follower e al tipo di post, video, immagini o stories da realizzare, ma non credere di doverti rivolgere necessariamente a chi ha milioni di follower per sponsorizzare il tuo ristorante.

Spesso i micro influencer (così vengono definiti gli utenti con poche migliaia di follower) vengono percepiti come più credibili e ti consentono di rivolgerti in modo più diretto al tuo target. 

Questa soluzione funziona eccezionalmente bene dal momento che queste figure operano in un’area predefinita, si rivolgono ad un segmento di clienti specifico e non di rado le persone possono relazionarsi con loro a livello personale. 

Food influencer

5 vantaggi dell’influencer marketing per la ristorazione

Come abbiamo appena visto, l’influencer marketing è in grado di produrre risultati perché le persone si fidano del lato umano dei diversi content creator. 

 Ma quali sono i vantaggi di cui puoi beneficiare collaborando con gli influencer gastronomici?

 

  1. Aumento della visibilità: i contenuti creati per il tuo locale possono raggiungere moltissime persone e se hai selezionato bene l’influencer saranno per lo più in target con la tua identità e interessati al tipo di menù che proponi.


  2. Maggiore engagement: gli influencer sono in grado di coinvolgere il loro pubblico attivando reazioni e commenti intorno al tuo locale dando alla comunicazione una connotazione più spontanea, empatica e orientata a creare relazioni.


  3. Migliore reputazione online: collaborando con un influencer gastronomico significa anche poter beneficiare della sua autorevolezza, ecco perché diventa fondamentale selezionare il professionista giusto che condivide i tuoi stessi valori.


  4. Più interazioni: la visibilità ottenuta grazie a like e condivisioni sarà utile anche a generare traffico e interesse sia verso i tuoi canali social sia verso il tuo sito.


  5. Incremento delle prenotazioni: tutti i punti appena elencati hanno un unico obiettivo: aumentare le vendite. Facendo leva su spontaneità, fiducia e autorevolezza, gli influencer sono in grado di incuriosire gli utenti e spingerli a prenotare. Facebook e Instagram possono così rivelarsi utili anche per incrementare gli ordini del food delivery.

Oltre ad aiutare il tuo ristorante nei modi appena visti, tieni presente che attraverso gli influencer puoi creare o mantenere un rapporto diretto con il pubblico, cosa difficile in questo periodo.

Inoltre, l’influencer marketing si rivela particolarmente efficace proprio perché gli utenti che seguono il content creator che hai selezionato sono esattamente le persone che stai cercando di raggiungere.

Senza dimenticare che la percezione che le persone hanno di questo tipo di comunicazione le rende più ricettive e propense alla prenotazione rispetto ai classici metodi pubblicitari.

Infine, tieni presente che visibilità, engagement e numero di interazioni sono misurabili attraverso gli strumenti messi a disposizione da Facebook, Instagram, TikTok e co.

Puoi quindi ottenere informazioni utili e specifiche in tempo reale su come sta andando la campagna e quali risultati sta producendo. 


guida-social-media-per-chef-e-imprenditori

Come scegliere il food ambassador perfetto

Mai come in questo caso è necessaria la persona giusta al posto giusto. 

Il tuo locale, infatti, verrà identificato con l’influencer che sarà incaricato di trasmettere quelli che sono i tuoi valori e la tua filosofia presso la sua audience.

Affidare la gestione della comunicazione alla persona sbagliata potrebbe rivelarsi un errore che potrebbe costarti soldi e credibilità, ecco perché la selezione dell’influencer è fondamentale.

Non conta troppo il numero di follower, l’importante è scegliere una persona in linea con il tuo target che non solo possa parlare al tuo pubblico, ma che nutre anche una predilezione genuina per i tuoi piatti.

Gli utenti devono potersi fidare: avere un influencer che ha tantissimi follower, ma non crede in quello che promuove non ti aiuterà ad aumentare gli incassi. 

Quali sono gli altri aspetti da tenere in considerazione nella selezione del tuo ambassador? 


  • Il tipo di contenuti che solitamente crea: questi devono rispecchiare sempre lo stile del locale;

  • Il numero di interazioni: oltre ai like, i commenti sotto ai post sono molto importanti perché indicano il vero coinvolgimento della community. Spesso questo è anche un buon modo per capire se i follower sono persone reali oppure no.

 

Una volta individuato uno o più influencer con cui iniziare una collaborazione, lo step successivo consiste nel contattarli e chiedere, oltre alla disponibilità e ai costi, gli screen degli insight del social dove vuoi che venga effettuata la campagna.

In questo modo puoi capire, dati alla mano, se la tua scelta può rivelarsi giusta oppure no. A questo punto non ti resta che concordare gli obiettivi che vuoi ottenere e lasciare l’influencer libero di realizzare i contenuti concordati.

Ricorda sempre che l'autenticità è la chiave di questo tipo di marketing. I follower seguono un dato content creator perché amano i temi che tratta certo, ma anche per la sua personalità e il modo di comunicare e promuovere i prodotti o servizi.  

Food blogger che scattano una foto

L’influencer marketing per la ristorazione è davvero utile?

L’influencer marketing rappresenta sicuramente una buona opportunità per il mondo della ristorazione.

Il passaparola digitale, infatti, è sempre più alla base della scelta di un locale per molte persone ed è un trend che non accenna a diminuire, anzi.

Ecco perché decidere di collaborare in modo strategico con gli influencer può rivelarsi uno strumento complementare alle iniziative promozionali che hai già intrapreso in ambito social.

Oltre ad offrirti una maggiore visibilità e a farti conoscere ad un pubblico in linea con la tua proposta gastronomica può rivelarsi utile per coinvolgere in modo spontaneo e organico i tuoi clienti o potenziali tali.

Tutto questo però è possibile a patto che tu faccia una ricerca accurata per selezionare l’influencer giusto.

L’aspetto fondamentale è che sia in grado di trasmettere autenticità, fiducia e credibilità alla sua audience, dimostrando di apprezzare davvero il tuo locale e i piatti che proponi.

Del resto la forza dell’influencer marketing risiede proprio nel fatto che puoi svolgere un’attività promozionale grazie a persone che trasmettono sicurezza e vengono percepite come più sincere di un qualsiasi banner o spot pubblicitario. 

guida-social-media-per-chef-e-imprenditori

Topics: Tecniche di gestione, Covid-19

Archivio News

Baldi Carni    Baldi Food-Service    Baldi Mare    Baldi Bottega

BALDI srl via della Barchetta, 8 bis/ ter · 60035 Jesi (An) · Italia · tel 0731 60.142 · fax 0731 60.069
C.F. | P.I. e Reg. Imp. AN 02158380424 · Cap. Soc. i.v. € 2.060.742,00