COVID-19 – Food delivery su Facebook ed Instagram: come funziona?

Il COVID-19 ha indubbiamente colpito le nostre vite private e lavorative. È un’emergenza che sta mettendo a dura prova tutti i settori lavorativi, soprattutto l’industria della ristorazione.

Di fatto, in questo periodo d’emergenza, i ristoranti si trovano ad affrontare delle nuove sfide per poter continuare a lavorare a pieno regime e garantire comunque un servizio di ristorazione impeccabile.

Studi recenti hanno mostrato che, a causa del propagarsi inesorabile del virus, le prenotazioni in loco in bar e ristoranti sono diminuite del 100% a livello globale, sia per via delle restrizioni dovute al lockdown sia per questioni di sicurezza.

Ciò significa che i ristoratori possono affidarsi esclusivamente all’asporto e al delivery per poter generare entrate. È un bene? Sì!

Di questi tempi, Facebook e Instagram offrono ogni giorno nuove modalità di ordine e acquisto, ritiro e consegna del cibo facili e veloci. In questo articolo ti mostriamo quali sono e come utilizzarli.

Food delivery su Facebook e Instagram: tutto ciò che devi sapere

Ora più che mai è giunto il momento di entrare in contatto con la tua comunità online e di sfruttare al massimo la visibilità e la reperibilità istantanea che solo i social network possono garantirti.

Ecco cosa dovresti sapere riguardo le modalità di ordine su Facebook e Instagram:

Facebook: food delivery e chatbot
Instagram: food delivery con adesivi e stories

Ma proseguiamo per gradi.

guida-social-media-per-chef-e-imprenditori

Facebook: food delivery e chatbot

Facebook è uno tra i principali social media ad aver rivoluzionato il food delivery in questi ultimi mesi. Con l’introduzione e l’evoluzione dei chatbot – come ad esempio Order to Food – i clienti hanno la possibilità di ordinare cibo d’asporto o in modalità delivery direttamente dalla piattaforma.

In effetti, già dallo scorso anno negli Stati Uniti locali e ristoranti si sono affidati a questa modalità di ordine e consegna attraverso i chatbot Facebook.

Parliamo di catene quali Pizza Hut, Domino’s Pizza e Burger King, che già da un anno appunto hanno integrato nelle loro pagine Facebook dei chatbot in grado di:

• Avviare conversazioni con il cliente
• Proporre le varie pietanze presenti nel menù digitale
• Organizzare la spedizione e il pagamento rimanendo connesso su Facebook Messenger

Un servizio all’avanguardia, che va ben oltre il classico asporto o consegna a domicilio. L’intero processo di ordine, pagamento e consegna, ha inizio e termina su Facebook, senza la necessità di dover utilizzare altre app esterne o siti web.

Si tratta di chatbot integrati alla perfezione con siti di eCommerce già esistenti e che consentono di memorizzare gli ordini e rendere il processo d’acquisto sempre più intuitivo e immediato.

Chatbot per Food Delivery

Ovviamente anche in Italia è stato ideato e integrato un chatbot di questo tipo su Facebook Messenger: Alfonsino.

Si tratta della prima startup italiana nata a Caserta che consente di ordinare velocemente, con l’aiuto di un assistente personale, piatti e prelibatezze provenienti da vari tipi di ristoranti e catene. Non richiede l’uso di altre app o di effettuare ordini su altri siti web.

L’obiettivo dei suoi fondatori è quello di diffondersi nelle piccole città e centri abitati, poiché considerati come veri e propri motori di crescita economici per le attività di ristorazione e quindi ideali per poter garantire un servizio di grande qualità ed efficienza.

Il bot di Alfonsino è accessibile direttamente dalla pagina Facebook dalla sezione “invia un messaggio”. Ecco come funziona:

Una volta avviata la conversazione, Alfonsino offrirà al cliente un’ampia gamma di categorie di cibo e di locali differenti, mostrando i prodotti e le pietanze disponibili.

In seguito, per ciascun ristorante o locale, Alfonsino consente di visualizzare gli orari di apertura, vedere il menù completo e infine ordinare. Da tenere a mente: non ci sono limiti di ordine!

Semplicità, velocità e immediata gratificazione sono i suoi punti di forza a cui si aggiungono una accurata selezione all’ingresso delle attività ristorative che fanno parte del network e una scrupolosa politica verso il pagamento dei driver, vero motore del funzionamento di Alfonsino.

Oltre ciò, per supportare l’economia locale, Facebook permetterà l’acquisto di buoni regalo e gift card nelle pagine delle imprese locali che vendono a chilometro zero.

Attraverso la funzione “supporta le imprese locali” sarà quindi possibile acquistare dei buoni regalo convertibili in merce al momento dell’apertura effettiva del negozio.

Inoltre, su Facebook ci sarà uno spazio interamente dedicato alle imprese locali. I post delle aziende locali verranno raggruppati in un unico spazio dedicato interamente alle loro attività.

Gli utenti cliccando il messaggio direttamente dal proprio newsfeed, verranno indirizzati ad una raccolta dei post delle aziende locali. Qui i clienti avranno la possibilità di iscriversi alle pagine o ai gruppi e ricevere notifiche settimanali.

Per sostenere le aziende locali sarà necessario digitare l’hashtag #CompraKm0 nei propri post così da poter includerli a tutti gli altri post creati per dare attenzione e supporto alle piccole imprese che stanno a cuore agli utenti.

Questo nuovo strumento che dona sostegno alle piccole e medie imprese nasce dal progetto Il negozio vicino promosso dal Gruppo Giovani di Confcommercio-Imprese per l’Italia.

Questa piattaforma mette in luce tutti i piccoli esercizi commerciali e le loro offerte, classificando ciascuno per tipologia, per località e per zona. In questo modo viene offerto ai clienti la possibilità di contattare più facilmente le attività per ordinare i prodotti che verranno successivamente consegnati a domicilio.

Food Delivery su Facebook e Instagram

Instagram: food delivery con adesivi e stories

Grazie a Instagram sarà possibile ordinare il cibo direttamente dalle stories o cliccando sugli adesivi. Proprio così: una delle nuove funzioni per take-away e delivery raggiunge anche le stories di Instagram.

Qui i ristoratori potranno inserire un adesivo che consentirà agli utenti di ordinare del cibo direttamente dalla piattaforma.

Come iniziare? Accedi al profilo del tuo locale e crea una storia che ritrae delle pietanze.

Da qui l’utente, cliccando sul pulsante Ordina Cibo, verrà indirizzato al tuo sito web o a quello del tuo partner – come Deliveroo o UberEats ad esempio – e potrà così ordinare cibo take-away o in modalità delivery. Il team di Instagram ha anche condiviso un breve video tutorial che spiega come utilizzare questa funzione.

Sempre cliccando sull’adesivo sarà possibile acquistare dei buoni regalo. Questa funzionalità è ancora in fase di test, ma secondo gli ultimi rapporti potrebbe presto essere implementata a livello globale.

Il sito web ufficiale di Instagram afferma che “è possibile impostare ordini di cibo su Instagram per consentire alle persone di supportare la tua attività e le piccole imprese locali”.

In che modo? Instagram raggrupperà tutte le storie con lo sticker “compro a Km0 per dare visibilità alle imprese sostenute dagli utenti.

Ecco cosa succederà: nelle stories comparirà un altro sticker che avrà la funzione di supporto delle piccole imprese locali.

Esattamente come per gli stickers “io resto a casa” e “grazie”, tutte le stories che riporteranno il nuovo sticker “compro a Km 0” verranno raggruppate in una storia condivisa permettendo così alle persone di vedere quali aziende stanno ricevendo il sostegno degli utenti del social network.

Sono molti i locali che si affidano al social media marketing per la ristorazione, per attirare nuovi clienti e continuare a soddisfare l’appetito di quelli già fidelizzati!

UberEats per Food Delivery

Food delivery su Facebook e Instagram: maggiore visibilità ed efficienza

In questo articolo ti abbiamo mostrato le innovazioni proposte su Facebook e Instagram riguardo il food delivery.

Utilizzando le funzionalità presenti su entrambi i social network, la tua attività e quelle dei piccoli imprenditori otterranno maggiore visibilità.

Sfruttando al meglio adesivi, stories e chatbot sarà possibile continuare ad offrire un servizio di ristorazione impeccabile… a distanza, ma comunque efficace e soddisfacente per i tuoi clienti.

guida-social-media-per-chef-e-imprenditori

Scroll to Top