Creare un menù digitale per la tua attività

Come creare un menu digitale in poche semplici mosse!

Scopri come creare un menù digitale per il tuo ristorante!

Anche il mondo della ristorazione è stato pienamente investito dalla rivoluzione tecnologica, quindi sapere come creare un menu digitale è diventata una skill necessaria per un ristoratore.

Questo perché ormai il combinato di misure di prevenzione dovute alla pandemia e il continuo sviluppo di nuove applicazioni mobile o tecnologie ha cambiato le abitudini di tutti, dai clienti agli imprenditori.

I vantaggi di un menù digitale

Passare ad un menù digitale per molti ristoratori è stata una scelta obbligata, a seguito delle trasformazioni causate dal periodo pandemico.

Spesso ci si è adeguati in rapidità, al fine di seguire gli aggiornamenti legislativi, ma sono molteplici i vantaggi nell’utilizzo di un menù digitale:

  1. Gestione. Un menù digitale è in grado di presentare un elenco sempre aggiornato delle proposte disponibili, facilitando anche la gestione delle integrazioni o modifiche degli ordini (aggiungere una salsa al posto di un’altra, togliere un ingrediente, etc. etc.), senza dover impiegare i camerieri in spiegazioni aggiuntive che potrebbero rallentare il servizio.
  2. Presentazione. Sul piano grafico ed estetico, invece, il menù digitale esalta l’offerta ristorativa, con immagini, descrizioni complete e curate ed effetti visivi, che potranno essere aggiornati nel tempo. Questa vetrina virtuale può essere inserita nel sito web del locale oppure nell’app dedicata, offrendo un contenuto sempre aggiornato che può essere diffuso in tutti i canali di comunicazione dell’attività.
  3. Condivisione. Il menù digitale potrà essere visibile e condivisibile sui social network o attraverso il canale whatsapp ufficiale del ristorante, un fattore molto rilevante ai fini di marketing e del rapporto diretto coi clienti. Come sappiamo bene, il dibattito intorno al cibo crea interesse, condivisione e socializzazione, di conseguenza favorire la visibilità sui media che veicolano questi aspetti ha evidenti risvolti positivi.
  4. Multicanalità. Un menù digitale è in grado di essere un documento raggiungibile tramite una moltitudine di canali: dal qr code sul tavolo, dall’app del ristorante, dal sito internet o dai canali social, dagli schermi presenti nel locale… Si tratta di un documento capace di presidiare diversi canali, capace quindi di raggiungere i clienti o gli utenti direttamente dove essi si trovano.
  5. Sostenibilità:Utilizzare un documento digitale rende più facile apportare modfiche alle voci del menù. Non essendoci copie fisiche, il ristorante non è costretto a ristamparne di nuove, né deve occuparsi di smaltire le vecchie. Questo rappresenta un risparmio di risorse a vantaggio sia dal punto di vista dei costi ma anche dal punto di vista ambientale, dal momento che non verranno più creati rifiuti a seguito del cambio di menù.

Nuova call-to-action

L’importanza del design anche nel digitale

Dopo aver analizzato i principali vantaggi dell’utilizzo di un menù digitale, ora è necessario prendere in esame gli aspetti da tenere in considerazione se si vuole creare un menù digitale veramente efficace.

Quando ci si appresta a realizzare un menù digitale, oltre ad impiegare una grafica di design, accattivante ed in linea con l’identità del ristorante, è cruciale mettere al centro della progettazione la facilità di utilizzo da parte degli utenti.

Per un cliente non esiste nulla di più fastidioso di dover ruotare il telefono oppure effettuare uno zoom per riuscire a leggere le proposte di un menù.

Creare un menù digitale non strutturato correttamente, invece di guidare il cliente alla scelta del piatto giusto, potrebbe spingerlo ad una scelta non ideale.

In questo articolo getteremo un occhio sugli elementi che vanno considerati quando si decide di passare alla realizzazione di un menù digitale.

Materiale Fotografico e video

I menù digitali non sono solo gli strumenti con cui guidare i clienti alla scelta, ma possono anche essere considerati a tutti gli effetti un’estensione della comunicazione marketing dell’attività.

Per questo motivo, l’utilizzo di materiale fotografico o video svolge un ruolo di grande importanza, dal momento che il menù digitale spesso svolge anche il ruolo di biglietto da visita del ristorante.

Quando si tratta dell’impiego di questo tipo di materiali, è utile tenere a mente questi aspetti:

  1. Preferire sempre materiale dell’attività: È sempre buona prassi avere a disposizione un archivio di materiale fotografico e video dell’attività. Ai clienti e futuri tali piace poter conoscere e vedere le proposte presenti in menù e potersi fare un’idea. Spesso, una buona immagine è il primo passo dell’esperienza di consumazione di un piatto.
  2. Sfruttare materiali video quando possibile:I contenuti video sono capaci di attrarre l’attenzione e mantenerla più a lungo. Perché allora non utilizzarli in un menù digitale? Che si tratti di aggiungere delle lievi animazioni oppure utilizzarli come background, l’utilizzo dei video è in grado di rendere il menù digitale un documento capace di distinguersi.

Se si desidera approfondire la tematica della fotografia per ristorante, nel nostro blog è possibile consultare un articolo dedicato al tema.

Scarica subito la guida sulle tecniche di gestione della ristorazione

Colori, layout e tipografia del menù

I menù sono espressione ed estensione del brand di un’attività di ristorazione e per questo devono essere coerenti con l’identità dell’impresa.

La scelta sull’utilizzo dei colori, l’impiego di un determinato layout e dei caratteri da utilizzare non può risolversi in un mero automatismo, che mira a traslare l’identità del brand dal logo del ristorante direttamente sulla pagina di menù, ma è il frutto di una scelta ponderata che si basa su diversi aspetti, i cui principali sono:

  1. Garantire la leggibilità del documento: Anche se il menù rappresenta un’espressione del brand, la sua funzione primaria rimane quella di supportare e guidare il cliente alla scelta del piatto, pertanto la comunicazione dell’unicità del brand deve essere subordinata alla user experience del cliente. Questo implica che la scelta dei colori e dei formati non può non tenerne conto.
  2. Sfruttare le animazioni in maniera strategica:Un menù digitale permette l’utilizzo di materiale video, che non sarebbe possibile in un tradizionale menù cartaceo. Le animazioni possono essere usate per mettere in evidenza sezioni specifiche del menù, guidando l’occhio dell’utente verso proposte specifiche del menù, nel caso si tratti dei piatti speciali o delle offerte del giorno.
  3. Utilizzare il carattere tipografico giusto: Per scegliere il carattere tipografico adatto, bisogna tenere in considerazione le esigenze di brand con le esigenze di user experience. Non esiste una regola univoca capace di guidare la scelta, tendenzialmente però vale l’assunto per cui i caratteri tipografici Serif sono adatti per le intestazioni, elementi di testo più grandi e nomi di voci di menu, mentre i caratteri Sans Serif funzionano meglio per il testo della descrizione e i prezzi.
  4. Garantire la coerenza dei contenuti presenti: Un menù vive di diversi aspetti, colori, layouts, caratteri, foto o video… Tutti questi elementi devono essere in grado di restituire un’immagine armonica dell’offerta del ristorante, sia in termini di portate proposte che di esperienza (si parla di un ristorante di lusso? Bisogna essere in grado di comunicare sofisticata esclusività, si parla di un ristorante di cucina tradizionale? Bisogna essere in grado di comunicare calore e familiarità).
  5. Rendere il menù accessibile: Come è stato precedentemente accennato, uno dei vantaggi del menù digitale è la sua proprietà di essere un documento multicanale. Bisogna quindi assicurarsi che il menù sia accessibile: dal sito al tavolo, dall’app alle pagine sociale, il documento deve essere facilmente recuperabile dagli utenti/clienti.

guida-social-media-per-chef-e-imprenditori

Quali tool utilizzare per creare un menù digitale?

Ora che abbiamo gettato le basi teoriche su come creare un menù digitale, è tempo di parlare dei principali software con cui realizzare un menù digitale.

Spesso si ha ritrosia nell’implementare strategie digitali perché ci si nasconde dietro il timore di non possedere le conoscenze e le competenze pratiche necessarie.

Fortunatamente, il mercato sta crescendo e sono numerosi i provider di software, capaci di assistere i ristoratori nella realizzazione dei loro menù digitali.

In questo articolo ne condividiamo alcuni, che per noi sono i migliori per funzionalità offerte e semplicità d’utilizzo:

  • Famenu: Famenu è un software che nasce per la realizzazione di menù digitali tramite QR code. Oltre a questo servizio sono in grado di offrire anche una serie di altri servizi a corredo, a seconda delle specificità dell’attività, che si tratti di ristoranti, pizzeria, bar o strutture ricettive.
  • Smartouch Menu: Smartouch Menu è la soluzione dedicata al mondo Ho.Re.Ca sviluppata dalla Smarttouch nel 2015. Dalle funzionalità base di menù digitale è in grado di offrire anche soluzioni integrate per il delivery e integrazioni con i sistemi cassa, facilitando enormemente il processo di raccolta ordini.
  • TONY: TONY è il cameriere digitale il cui punto di forza risiede nella possibilità di far consultare il menù di un ristorante senza dover ricorrere ad alcuna app. TONY è un servizio concentrato specificatamente sul creare un menù digitale e rappresenta la scelta ideale se non si è alla ricerca di strumenti più sofisticati.

Perché creare un menù digitale? Le nostre conclusioni

Le nuove tecnologie inevitabilmente trasformano il rapporto che esiste tra un’attività di ristorazione e i propri clienti: cambiano i metodi di comunicare e di relazionarsi.

Dove molti possono vedere sfide ed ostacoli, le attività che hanno voglia di crescere ed evolversi vedono opportunità.

La trasformazione del menù da cartaceo a digitale è una di queste opportunità, capace di dare non solo una nuova veste ad un documento immancabile dentro un ristorante, ma dargli anche una nuova finalità e soddisfare così le esigenze sia dei consumatori che del ristorante.

Scroll to Top