Analisi della concorrenza

L’analisi della concorrenza nel Food Service

L’importanza dell’analisi della concorrenza nel food service

Per un imprenditore del mondo della ristorazione realizzare un’analisi della concorrenza è di importanza strategica.

Questo perché il mondo della ristorazione è un settore ricco di competitività e in continuo mutamento: le offerte sono tantissime, nuovi ristornanti o catene di fast food aprono ogni giorno…

Se si vuole evitare di navigare a vista in questo mare, avrai bisogno di una bussola: l’analisi della concorrenza è la bussola di cui avrai bisogno!

Inizia da te

Non si può procedere ad un’analisi dei competitor senza prima aver fatto un’attenta analisi della realtà “a casa”.

Ecco quindi che il primo passo da muovere è quello di analizzare la il tuo ristorante per prima cosa.

Questo lavoro ti permetterà di capire in cosa la tua attività si distingue e circoscrivere quindi il numero di competitor da tenere d’occhio.

Partire dalle basi

Quello che ti suggeriamo è di partire proprio dalle basi, le basi del marketing della tua attività di ristorazione.

Sono tre i parametri che devi tenere presente:

  • La segmentazione del mercato, ossia i desideri e le caratteristiche del mercato di riferimento
  • Il target che vuoi raggiungere nel mercato di riferimento
  • Il posizionamento, in base a cosa (benefici offerti, elementi di differenziazione) la tua attività si distingue

Scarica subito la guida sulle tecniche di gestione della ristorazione

Fatto? Ora puoi guardarti intorno!

Identificare i concorrenti

Ora che sai chi sei, puoi passare ad identificare i tuoi concorrenti e muovere  un altro passo nel lavoro di analisi della concorrenza.

Il nostro consiglio è quello di identificare i concorrenti in due modi: offline e online.

Offline dovrai fare affidamento alla tua esperienza personale e alla tua conoscenza del luogo in cui si trova la tua attività: nelle vicinanze ci sono realtà ristoranti che possono soffiarti clienti?

Per quanto riguarda la ricerca online il metodo più semplice, veloce e soprattutto economico (visto che è gratis) è quello di fare una ricerca sui motori di ricerca.

Dirigiti su Google e digita le parole chiave relative al tuo ristorante, ad esempio “ristorante carne Roma EUR”.

Il motore di ricerca ti restituirà diversi risultati, oltre il tuo ristorante potresti scoprirne di nuovi, in un bacino più ampio rispetto la tua via e il tuo vicinato.

Dopo questo lavoro di ricerca, dovresti avere una lista ricca di nomi, il prossimo step è quella di sfoltirla: cerca di circoscrivere l’analisi ad un numero non superiore di 10 concorrenti.

Una volta che questa lista è stata ripulita dai contatti che non rappresentano competitor, si può cominciare a fare un’analisi più approfondita.

Analizza la reputazione

Il primo passo per analizzare i tuoi competitor è quello di fare un’analisi della loro reputazione.

Con internet oramai questo è un compito facile, ma noi ti consigliamo di non fermarti solo alle recensioni online.

Per esempio se tra i tuoi competitor ci sono realtà storiche, può valere la pena fare una piccola ricerca offline, per sapere se se ne parla su media e circuiti più formali (un esempio può essere cercare di capire cosa dice il passaparola dei tuoi concorrenti).

Puoi addirittura andare tu stesso a cena fuori, dai tuoi competitor, così da poter vivere un’esperienza diretta nelle loro realtà.

Prendi appunto di tutto, da come si svolge il servizio all’aria che si respira: sono tutte informazioni che ti aiuteranno a delineare con più precisione l’identità dei tuoi concorrenti.

Scarica subito la guida sulle tecniche di gestione della ristorazione

Analizza la penetrazione del mercato

La reputazione da sola non basta, bisogna anche conoscere la penetrazione del mercato dei tuoi concorrenti se vogliamo realizzare un’analisi della concorrenza efficace.

Ma cosa rientra sotto questa voce? Diversi aspetti in realtà:

  • La presenza di più punti vendita
  • Una stima dei consumatori generica mensile
  • Tutti i servizi messi a disposizione: al tavolo, asporto, delivery, bar… Insomma tutto quanto
  • Presenza online: canali social, sito web, ricerca mensile del ristornante
  • Metodi comunicativi (fanno pubblicità? Dove? Fanno uso di influencer? Organizzano eventi?)

I dati così raccolti andranno ad arricchire le informazioni sulla reputazione dei tuoi concorrenti, offrendo così un’analisi della concorrenza più completa.

Delinea i punti di forza e i punti deboli della concorrenza

L’ultimo step è quello di identificare i punti di forza e i punti di debolezza dei tuoi concorrenti.

Sii analitico quando ti appresti a fare questo lavoro e sii sincero: riconosci i punti di forza e non esagerare i punti di debolezza.

Il senso di questo lavoro è quello di fornirti un’immagine, assieme all’analisi della reputazione e della penetrazione del mercato, il più possibile veritiera dei tuoi competitor.

L’analisi della concorrenza è uno strumento delicato, che è in grado di offrire spunti solo se lo si costruisce utilizzando dati veritieri.

Una volta che tutti i dati sono stati raccolti, è arrivato il momento di unirli!

Dai forma alla tua strategia grazie all’analisi della concorrenza!

Una volta completata la fase di analisi avrai consapevolezza di come si muove il tuo mercato di riferimento e chi sono i suoi principali attori e i loro comportamenti.

Conoscere le caratteristiche e le strategie più diffuse ti permetteranno di ragionare sulle migliori strategie da adottare per distinguersi dalla concorrenza.

Piuttosto, però, che muoversi senza un piano preciso, consigliamo in questa fase di sviluppare un piano strategico ben definito in cui si tenga conto delle tempistiche per ogni operazione, della spesa richiesta e della fattibilità nella modifica o nell’implementazione di novità all’interno del proprio ristorante.

Cerca di capire queste cose:

  • I tuoi concorrenti offrono servizi che gli utenti non trovano nella tua attività?
  • Quanto sono attivi nel web i tuoi concorrenti?
  • E sui social?
  • Cambiano spesso le proposte in menù?

Tutte le informazioni raccolte nell’analisi della concorrenza devono ora essere utilizzate per fare un punto della situazione critico della situazione nel nostro ristorante.

Se ci rendiamo conto che tutti i nostri competitors utilizzano massicciamente i social e noi no, significa che non stiamo presidiando un luogo, che seppur digitale, permette di farci conoscere dalla clientela.

Per concludere

L’analisi della concorrenza è un ottimo strumento da utilizzare per trovare spunti di miglioramento della propria attività.

Noi ti consigliamo di svolgere questa attività almeno una volta all’anno, magari quando ti appresti a fare la valutazione del menù!

Così sarai in grado di apportare cambiamenti basati sui dati e non semplicemente andando a fiuto!

L’analisi della concorrenza ti aiuta a pianificare le strategie per far crescere la tua attività.

Noi di Baldi mettiamo a dispone tutta la nostra esperienza per aiutarti in questi compiti: puoi consultare il nostro blog o scaricare le nostre guide e cataloghi liberamente, siamo a tua disposizione!

Scroll to Top